Creatività e Conoscenza

La creatività è fondata sull’immaginazione. La conoscenza spesso è fondata solo sul sapere. Conoscenza senza creatività crea forme e regole inerti. Creatività senza conoscenza genera dispersioni. Creatività e conoscenza procedono di pari passo.

La conoscenza senza l’esperienza della creatività è solo sapere umano e tende a produrre cristallizzazioni, (yin) perché non dinamizzata dal fuoco (yang) della trasformazione creativa.
La creatività trasforma la materia, la conoscenza stabilizza la materia: sono due facce della
stessa medaglia. Se non si è a conoscenza di questa dinamica, la conoscenza non accade, ci si limita al sapere. Il sapere è cosa umana.

L’ispirazione precede la creazione.

Le giuste risposte, ispirate, sono sussurrate dalle Dimensioni Suggeritrici tramite persone disponibili ed allenate all’ascolto.

Per mettersi in questa condizione occorre creare un vuoto interiore, così da poter udire gli effluvi, i sussurri. Mettersi in questa condizione dona una pienezza interiore e consente di ritrasmettere giuste risposte. L’ispirazione rende l’esperienza – cioè il vissuto - vero. Il senso ultimo di ciò che
si scrive si disegna o si danza è che sia vero: il creativo sa, che ciò che sta facendo in quel momento, è Vero.

La creatività è ricchezza per tutti gli esseri. Diventa indispensabile quando ci si occupa delle persone professionalmente (medico, insegnante, terapeuta) e si ambisce a costruire relazioni empatiche. La creatività si allena: superare il proprio limite del momento è un primo atto di creatività.