Dormo.Il mio Cuore è pago,
nulla mi manca e altro non bramo.
Ora merito riposo e quiete:
posso perdere il controllo,
lasciarmi andare e abbandonarmi all’ignoto.
Nel mondo dei sogni sono al sicuro,
chi mai potrebbe farmi del male?
Domani mi sveglierò e sarò nuovo, come il sole. Confido nel bene che merito poiché l’accolgo.
Dormo.


“ Il voler avere (il desiderio eccessivo) durante il giorno
produce troppi sogni durante la notte”.

La migliore posizione per dormire è sdraiati
sul fianco destro, con le gambe leggermente piegate,
il braccio destro piegato, posato sopra il cuscino
e il braccio sinistro posato sopra la coscia sinistra.
Così distesi, Il cuore è in alto e il Sangue può
circolare liberamente, il fegato è in basso e il sangue
vi si può raccogliere e radicare lo Hun
per favorire il sonno, mentre lo stomaco e
il duodeno sono in una posizione tale
che il movimento del cibo verso
il basso è facilitato.

Dormire sempre e solo su un fianco può indicare due cose: o che quella parte è in vuoto d’energia o che la parte opposta è in eccesso d’energia.

“Di notte, in certe ore precise della sera e della notte, il lavoro del corpo è dedicato a se stesso: cuore, reni, fegato, vengono rigenerati e, nel riposo, si preparano all’intenso lavoro del giorno dopo”.

Pausa. Non solo gli sforzi fisici, ma anche ogni pensiero ed ogni sentimento producono modificazioni chimiche nel corpo fisico e provocano una leggera perdita di forza, fino a che pensare o agire diventano un problema. A volte anche pochi minuti di sonno rigenerano il corpo fisico: pausa, provare per credere.

Vera Ricchezza. Quando si dorme non si è mai soli; i bambini dormono tutti assieme in un grande letto. Prima di addormentarsi hanno evocato le presenze sottili luminose e i vigili custodi. Dormono nell’angolo più puro della casa, privo di materia astrale indesiderabile e ricco di risuonatori sottili e magici. Dormono.

La causa reale del sonno sembra sia il fatto che i diversi corpi si stancano l’uno dell’altro. Durante il sonno la coscienza della persona usa il corpo astrale anziché quello fisico, lasciando a questo il tempo di rigenerarsi, dormendo.

/div>